martedì 7 novembre 2006

Humilitas

Alcuni frequentatori del blog mi hanno chiesto "delucidazioni" sul Borromeo. E' impossibile spiegare cos'è davvero il Borromeo in poche righe. Ho passato là dentro cinque anni, fra alti bassi, e alcuni fra i miei migliori amici li ho conosciuti proprio lì (ma questo l'ho già detto qualche post fa). Diciamo che è una specie di college in stile Cambridge (in tanti lo vivono come una full immersion ne "L'attimo fuggente") e che in quanto tale ha alcune caratteristiche particolari. Una di esse, almeno all'epoca, era la vessazione sistematica degli studenti del primo anno (il cosiddetto "culo"). Flessioni, lucidature con il lucido da scarpe, veglie notturne tra racconti pseudo erotici, Detta così, crea turbamento e evoca ricordi di film in cui i più fragili si suicidano. O Abu Grahib. In effetti il principio è abbastanza simile, con la differenza che il livello culturale e intellettuale è molto elevato e quindi teoricamente certi eccessi non dovrebbero essere ammessi. Ma si sa, non sempre l'autocontrollo costituisce di per sè una buona regola. Comunque sia, negli anni, a parte qualche raro caso in cui qualcuno è andato via perché non reggeva alla pressione psicologica (o fisica se aveva bisogno di riposare), gli aspetti positivi (amicizie forti, grandissimo supporto da parte della struttura e degli altri alunni nello studio, privilegi non da poco in termini di infrastrutture e servizi) hanno sempre più che controbilanciato quelli negativi. Qualcuno potrebbe spingersi a dire che si tratta di un processo di iniziazione catartico attraverso il quale un individuo che pensa già di essere maturo è costretto a ricominciare da capo e ad affermarsi in un ambiente che durante i primi mesi appare totalmente ostile. Altri diranno che quelli che sono andati via erano degli asociali o delle teste di cazzo. E che comunque il finale è quasi sempre positivo. Sarà, ma i dubbi sulla legittimità di tutto ciò restano, assieme alla spiacevole sensazione che probabilmente anche Rumsfeld direbbe la stessa cosa. Nonostante ciò, rifarei tutto da capo.

1 commento:

frusdonk ha detto...

Sono un fagiolo di giurisprudenza dell'Almo. :D Per fortuna (o per sfortuna?) il "culo" esiste ancora anche se è destinato ad affievolirsi sempre più ... Piuttosto mi chiedevo: perché, nonostante ciascun borromaico sia più che fiero di potersi insignire di tale titolo, la nostra associazione degli ex-alunni è praticamente assente? Le do il mio indirizzo e-mail perché mi piacerebbe poter confrontarmi con un ex: 3-jolie@libero.it. La ringrazio preventivamente,
Demetrio Maltese.