lunedì 6 novembre 2006

Pisarei

Non avevo fatto in tempo a riprendermi dai bagordi armeni, che il venerdì ero già su un treno diretto a Milano-Pavia per partecipare al raduno organizzato dai miei ex compagni del Collegio Borromeo, in occasione del ventennale dell'ingresso all'Almo. Per l'occasione, si confermava l'arrivo del Sardo da New York, della Salama dalla Florida, del Doge da Parigi e di personaggi che non vedevo da secoli. La sorpresa piacevole è stata che, Doge a parte (con folta chioma bianca), sembravano tutti usciti da un album di foto di quindici anni fa. Un paio erano anche vestiti come quindici anni fa, ma questo fa parte dello stile borromaico. Come Dimitri ha fatto notare, siamo tutti professionisti affermati, guadagnamo tutti abbastanza bene, abbiamo quasi tutti moglie (o compagna fissa) e figli. Però, nonostante da quel collegio esca ogni anno la crema dell'intellighenzia italiana (con qualche rara eccezione: me), nessuno ha fatto i soldi. A dimostrazione del fatto che in Italia studiare, lavorare sodo e con sani principi morali non fa arricchire. A cena siamo andati al ristorante "Sapori Piacentini", sicuramente da evitare se passate da Pavia. Il menù è piacentino, ma il proprietario è napoletano e non ha nessuna inflessione del nord, segno di scarsa frequentazione di Piacenza e dintorni. Comunque la serata è stata molto piacevole e si è degnamente conclusa da Cesare, che fa le migliori cioccolate calde che ho mai gustato in vita mia.

2 commenti:

Andrea ha detto...

"... usciti da una foto di 5 anni fa". Mah non direi proprio. Tutti un po' ingrassati e con meno capelli (con qualche eccezione). Il Doge non l'avevo proprio riconosciuto come anche altri. Comunque vederli tutti in foto nuovamente è stato un po' inquietante. Per fortuna che il vostro non era l'anno peggiore...

Carfone ha detto...

Considera che tu mi sa che l'ultima volta li hai visti quando eri al secondo anno, poi sei sparito in terra straniera